|

martedì 12 gennaio 2016

VEGF, capillaroscopia e attività di malattia nel LES

Indagini per i malati di lupus eritematoso sistemico

lupusSi è quantificato il VEGF sierico (fattore di crescita vascolare endoteliale) e la sua relazione con la gravità del danno microvascolare, valutato dalla capillaroscopia ungueale (NC), per stabilire la possibile relazione con il punteggio di attività della malattia. Sono stati inclusi 18 pazienti, con diagnosi di lupus eritematoso sistemico (LES) e 17 soggetti di controllo di pari età.
L'esame capillaroscopico è stato eseguito, secondo il metodo standard, utilizzando un videomicroscopio Videocap 3.0, DS Medica, dallo stesso esaminatore, in cieco per i dati clinici e di laboratorio.
VEGF ha registrato un valore medio di 68,99 ± 71,06 pg / ml per i pazienti affetti da LES e 31.84 ± 11.74 pg / ml per i controlli, le differenze erano statisticamente significative; a seconda dell'attività della malattia, il valore medio era di 60,11 ± 57,74 pg / ml, per i pazienti con moderata attività di malattia vs 30,96 ± 11,51 pg / mL per quelli con una bassa attività (p = 0.014).
La correlazione positiva tra i livelli sierici di VEGF e il Disease Activity Index (SLEDAI) era statisticamente significativa (p = 0,015).
L'88.88% dei pazienti aveva alterazioni capillaroscopiche; le più frequenti sono state aumento della tortuosità, capillari dilatati, un aumento della lunghezza e un plesso subpapillare prominente.
La presenza di alterazioni alla capillaroscopia ungueale e livelli sierici di VEGF, correlavano tra loro.
Dal momento che i livelli sierici di VEGF sono più alti nei pazienti con LES, e diversi a seconda malattia grado di attività, e direttamente collegati tra loro a modelli NC anomali e malattia più attiva, i ricercatori suggeriscono di includere questi parametri accessibili nella valutazione di routine, per meglio quantificare il danno sistemico, individualizzare il trattamento, migliorare i risultati e la qualità di vita di questi pazienti.

Author:ANDREEA-LILI BĂRBULESCU, ANANU-FLORENTIN VREJU, ANA-MARIA BUGĂ, RALUCA ELENA SANDU, CRISTINA CRIVEANU, DIANA-RODICA TUDORAŞCU, IOANA-ANDREEA GHEONEA, PAULINA-LUCIA CIUREA

Source:Rom J Morphol Embryol 2015, 56(3):1011–1016