|

mercoledý 2 luglio 2014

Flusso lento coronarico: identificate anomalie capillaroscopiche

Il fenomeno conosciuto come flusso lento coronarico non possiede una chiara eziologia. Nuove osservazioni suggeriscono un coinvolgimento micro vascolare sistemico.

flusso coronarico lento

Nuove osservazioni cliniche sottolineano il potenziale impiego della capillaroscopia nello studio dei soggetti affetti dal fenomeno di flusso lento coronarico, aprendo nuove potenziali applicazioni della metodica nello studio dei disordini cardiovascolari.

Il fenomeno in questione, una condizione caratterizzata da una opacizzazione delle arterie coronariche in assenza di stenosi significativa, potrebbe infatti presentare una patogenesi legata ad anomalie funzionali del microcircolo coronarico ma presenterebbe anche manifestazioni sistemiche, come riportato da un recente studio turco.

Questa conclusione deriva dall’analisi di un gruppo di pazienti affetti da disordine cardiovascolare e di un gruppo di individui di controllo. I ricercatori del Ondokuz Mayis University Samsun hanno infatti eseguito un esame capillaroscopico realizzato a livello della plica ungueale registrando le principali anomalie strutturali del microcircolo cutaneo per determinare se le disfunzioni di questo distretto vascolare potessero in qualche modo associarsi al disordine in studio.

Gli autori potevano dunque riscontrare che i alcuni elementi capillaroscopici patologici erano riscontrati con maggiore frequenza nei soggetti affetti dal disordine cardiovascolare. Tra questi, dilatazione dei capillari, capillari tortuosi e microemorragie rappresentavano le anomalie maggiormente osservate.

In questo modo, lo studio ha fornito una prima evidenza circa la presenza di anomalie capillaroscopiche nei soggetti affetti dal fenomano di flusso lento coronarico, suggerendo quindi la presenza di fenomeni infiammatori o alterazioni anatomiche in questi soggetti che potrebbero contribuire alla condizione cardiovascolare.

Source:Yuksel S, Pancar Yuksel E, Yenercag M et al. Abnormal nail fold capillaroscopic findings in patients with coronary slow flow phenomenon. Int J Clin Exp Med. 2014